“AMBIENTI DIGITALI PER LA FORMAZIONE: LA DIDATTICA IMPLEMENTATA ATTRAVERSO LE NUOVE TECNOLOGIE E GLI AMBIENTI DI APPRENDIMENTO DIGITALI”: ambito n. 4 del Lazio – a.s. 2017-2018

“AMBIENTI DIGITALI PER LA FORMAZIONE: LA DIDATTICA IMPLEMENTATA ATTRAVERSO LE NUOVE TECNOLOGIE EGLI AMBIENTI DI APPRENDIMENTO DIGITALI”

TITOLO: AMBIENTI COMPETENTI

DURATA DEL SINGOLO MODULO: 25 ore

AMBITO DI RIFERIMENTO: N. 4 del Lazio

ANNO SCOLASTICO DI RIFERIMENTO: 2017-2018

ISTITUTI DESTINATARI: IC via Belon, IC via Marelli (2 edizioni), IC via Poseidonia, IC Martin Luther King,  IC A. Tona, IC San Biagio Platani, IC via Motta Camastra, IC via del Rugantino

FORMATRICI/FORMATORE: proff. Francesca Dragotto (Università di Roma “Tor Vergata”), Valentina Felici (docente di ruolo della scuola secondaria e docente a contratto presso l’Università di Roma Tor Vergata), Pierluigi Vaglioni (funzionario MIUR – DGEFID Ufficio VI per l’Innovazione Digitale e docente a contratto presso l’Università di Roma Tor Vergata)

PERIODO: aprile-maggio 2018

ISCRIZIONE: attraverso la piattaforma S.O.F.I.A.

PROGRAMMA

Premesse a tutte le UUFF
Il Piano Nazionale per la Scuola Digitale (PNSD) fa della formazione una priorità. Il p ersonale della  scuola, secondo le stesse indicazioni del piano, “deve essere equipaggiato per tutti i cambiamenti richiesti dalla modernità”, e necessita di fruire di tale formazione in modo attivo e non passivo, inmodo da poter proporre esso stesso azioni di innovazione metodologica, prima che tecnologica: “vivere e non subire l’innovazione”. Questo tipo di formazione deve essere trasversale, “raggiungere tutti i docenti di ogni ordine, grado e disciplina”.
Allo scopo di indicare percorsi possibili per l’implementazione di azioni didattiche innovative e sempre più efficaci, il corso proposto illustrerà una serie di strategie, strumenti digitali così comeanalogici, il tutto inserito in architetture fisiche e tempistiche volte ad oltrepassare le tradizionali dinamiche di aula e individuare nuovi paradigmi metodologici volti ad accompagnare la transizione che il ruolo docente sta attraversando.
Dall’ambiente classe digitale e/o virtuale pensato per integrare una didattica a distanza per favorire metodologie quali la Flipped Classroom o gli EAS quali Google Classroom, Microsoft 365 o Edmodo, ad applicativi per presentazioni multimediali dinamici e accattivanti, dalle piattaforme online che contengono, tra l’altro, repository da cui attingere materiali per favorire lo sviluppo di competenze e conoscenze trasversali, fino agli schermi interattivi e ai tablet per favorire un approccio al BYOD, durante le ore in presenza verranno illustrate differenti modalità di approccio a una didattica innovativa, mirando prima di tutto al rinnovamento delle dinamiche di elaborazione e rielaborazione dei contenuti, per poi analizzare le varie strade tecniche con cui proporre queste nuove strade; vie nuove, non strade vecchie ricoperte di silicio.

Obiettivi comuni a tutte le UUFF e risultati attesi
• Promuovere il legame tra innovazione didattica e metodologica e tecnologie digitali
• Promuovere un’adeguata complementarietà tra utilizzo delle tecnologie digitali e abilità manuali, compresa la scrittura a mano, per favorire un pieno sviluppo delle competenze psicomotorie degli/delle studenti
• Implementare una didattica laboratoriale in ambienti per la didattica digitale integrata
• Sperimentare metodologie e processi di didattica attiva e collaborativa
• Sperimentare tecniche di costruzione di contenuti digitali per la didattica quali e-book o
mappe creative per storytelling
• Stimolare la produzione di Risorse Educative Aperte (OER) per favorire la condivisione e la collaborazione nell’ottica di una cultura dell’apertura
• Sperimentare strumenti di collaborazione online e cloud computing
• Utilizzare storage online e applicazioni per la produttività basati sul Web
• Acquisire competenze legate all’uso didattico delle nuove tecnologie: pensiero computazionale e creatività, contenuti digitali
• Acquisire competenze legate al riconoscimento delle fonti autorevoli
• Favorire approcci metodologici innovativi: Flipped Classroom, Cooperative Learning, EAS
• Utilizzare differenti device tra cui: LIM, tablet, laptop, visori per VR, proiettori e schermi interattivi, smartphone

Esempi di applicativi e strumenti che verranno illustrati:
Google suit
Gestire classe a distanza con Classroom
Costruire canale YouTube
Creare video didattici
Creare blog e siti con il CMS WordPress
Microsoft 365
Minecraft Education
Microsoft for education
Prezi – presentazioni dinamiche
Edmodo – Ambiente di classe virtuale
Screencast-O-Matic. Videolezioni
English Attack – Piattaforma e-learning
Lyricstraining.com – Inglese con i testi delle canzoni
Wordseye – text to image app
Quizlet – webapp per creare quiz e flash card interattive
Maphub – webapp per mappe interattive
Storymap – mappe per storytelling
Didattica per oculus con:
Nearpods
In mind vr (nival)
In cell vr
Sites in vr
Solar walk
The mechanism of hearing

Per ogni UF sarà inoltre prevista la formazione, anche pratica, per l’impiego dei diversi strumenti da parte di chi svolgerà attività di tutoraggio e, in occasione della stessa, saranno forniti materiali digitali o digitalizzati di supporto.

UF 1 – Destinatari: docenti di scuola infanzia
Obiettivi e risultati attesi:
• promuovere il legame tra innovazione didattica e metodologica e tecnologie digitali
• promuovere un’adeguata complementarietà tra utilizzo delle tecnologie digitali e abilità
manuali per favorire un pieno sviluppo delle competenze psico-motorie degli studenti;
• implementare una didattica laboratoriale in ambienti per la didattica digitale integrata;
• sperimentare metodologie e processi di didattica attiva e collaborativa;
• sperimentare la creazione di contenuti digitali per la didattica quali e-book o mappe
creative per storytelling;
• stimolare la produzione di Risorse Educative Aperte (OER) per favorire la condivisione e la
collaborazione nell’ottica di una cultura dell’apertura;
• sperimentare strumenti di collaborazione online e cloud computing;
• utilizzare storage online e web app;
• acquisire competenze legate all’uso didattico delle nuove tecnologie: pensiero computazionale e creatività, contenuti digitali;
• utilizzare differenti device tra cui: LIM, tablet, visori per VR.
Metodologie:
• tinkering
• digital storytelling
• cooperative learning

UF 2 – Destinatari: docenti di scuola primaria
Obiettivi e risultati attesi:
• promuovere il legame tra innovazione didattica e metodologica e tecnologie digitali;
• promuovere un’adeguata complementarietà tra utilizzo delle tecnologie digitali e abilità manuali, compresa la scrittura calligrafica, per favorire un pieno sviluppo delle competenze psico-motorie degli studenti;
• implementare una didattica laboratoriale in ambienti idonei alla didattica digitale integrata;
• sperimentare metodologie e processi di didattica attiva e collaborativa;
• sperimentare creazione di contenuti digitali per la didattica quali ebook o mappe creative per storytelling;
• stimolare la produzione di Risorse Educative Aperte (OER) per favorire la condivisione e la collaborazione;
• sperimentare strumenti di collaborazione online e cloud computing;
• utilizzare storage online e applicazioni per la produttività basati sul Web;
• acquisire competenze legate all’uso didattico delle nuove tecnologie: pensiero computazionale e creatività, contenuti digitali;
• favorire approcci metodologici innovativi: Flipped Classroom, Cooperative Learning;
• utilizzare differenti device tra cui: LIM, tablet, laptop, visori per VR, proiettori e schermi interattivi.
Metodologie:
• tinkering
• digital storytelling
• cooperative learning
• flipped Classroom

N.B. Le ore a distanza saranno svolte attraverso la piattaforma Google Classroom. La (capacità di) creazione e di gestione della classe costituirà parte integrante del programma.

Annunci